Mps, arriva la Gdf per verificare l'ipotesi di insider trading. Sequestrati 6 milioni

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 05/03/2013 - 11:18
La Guardia di Finanza ha acceso un nuovo faro su Mps: questa volta le Fiamme Oro starebbero indagando sull'ipotesi di reato di insider trading. Secondo quanto detto proprio da un membro delle forze dell'ordine, questa mattina la GdF avrebbe compiuto delle perquisizioni a Torino e Lecce. Le indagini riguarderebbero alcuni componenti del Cda del Monte dei Paschi di Siena, tuttavia al momento non è chiaro se i soggetti perquisiti quest'oggi siano proprio soggetti del Board della banca.

Fonti di stampa sostengono che il nuovo filone di inchiesta si concentrerebbe su fughe di notizie avvenute al termine delle ultime riunioni del consiglio di amministrazione di Mps. I Pm senesi Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso che stanno guidando l'indagine si starebbero concentrando proprio sulle fughe di notizie avvenute al termine degli ultimi Cda.

Se i contorni della notizia al momento non sono stati ancora delineati, presumibilmente nelle prossime ore se ne saprà di più, quello che appare certo al momento è che sempre questa mattina i finanzieri del nucleo speciale di polizia valutaria della guardia di finanza starebbero eseguendo sequestri per circa 6 milioni di euro di somme e titoli nella disponibilità Gian Luca Baldassarri, l'ex capo dell'area finanza di Mps attualmente in carcere, del suo vice Alessandro Toccafondi e dei trader David Ionni e Antonio Pantalena.
COMMENTA LA NOTIZIA