Mps ancora in forte ribasso a Piazza Affari su ipotesi aumento da 5 miliardi. Equita, investment case invariato

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 15/04/2014 - 12:09
Prosegue la seduta di passione per il Monte dei Paschi che paga il possibile incremento dell'importo dell'aumento di capitale da 3 a 5 miliardi di euro per la restituzione degli oltre 4 miliardi di Monti bond. Il titolo sul Ftse Mib mostra un ribasso dell'8,8% a 0,2289 euro. Per gli esperti di Equita la notizia non modificherebbe il loro investment case positivo su Mps, né cambierebbe in modo rilevante le valutazioni relative.

"A fronte di multipli più elevati scende l'execution risk dell'asset quality review che rappresenta la principale minaccia per la società: inoltre il rimborso immediato e integrale degli aiuti di stato (invece che differito al 2017) dovrebbe accelerare il rilancio della redditività", spiega la Sim milanese che conferma il buy sulla banca senese con target price a 0,31 euro. "In termini di multipli il P/E atteso per il 2017 salirebbe da 8,0 volte a 10,3 volte (Eps da 3,1 euro a 2,4 euro), il core Tier 1 secondo Basilea III fully phased da 9% a 10% (11% con phase-in), il Rote scenderebbe a 7,4% (da 9,2%): il buffer per l'asset quality review aumenta da 1,5 miliardi a 2,5 miliardi, permettendo di raggiungere un coverage dei crediti problematici del 56% (da 52%)".

Per la Sim milanese sarebbe da verificare la fattibilità della tempistica dell'operazione perché per evitare il pagamento della cedola dei Mef bond in azioni l'aumento deve essere chiuso entro giungo. Equita ipotizza un'assemblea straordinaria a metà maggio e la partenza dell'operazione il 26 maggio.
COMMENTA LA NOTIZIA