MorningStar: gestori pronti per un 2009 in recessione

Inviato da Redazione il Gio, 11/12/2008 - 11:51
Per il 2009 l'84% dei gestori intervistati da Morningstar nell'ultimo sondaggio mensile dipinge uno scenario recessivo, caratterizzato da bassi livelli produttivi, aumento della disoccupazione, riduzione dei tassi di interesse e minor inflazione. Solo il 16% delle case di investimento interpellate prevede una ripresa, ma nessuno si attende una depressione, ossia una crisi economica ancor più grave e simile a quello che accade nel 1929. Secondo la maggior parte dei money manager i mercati azionari devono ancora digerire completamente la situazione congiunturale e per questo motivo rimarranno volatili nella prima parte del nuovo anno. Successivamente, dovrebbero ripartire, anticipando la risalita dell'economia. In particolare quasi il 67% dei gestori prevede che i mercati del Vecchio continente continuino ad oscillare, anche violentemente, intorno agli attuali livelli nei primi sei mesi del 2009. Sono pochi, infatti, i motivi per essere ottimisti, perché l'economia è in frenata e gli utili aziendali sono previsti in calo. Gli intervistati giudicano positivamente la politica espansiva intrapresa dalla Banca centrale europea, che ha proseguito con il ribasso dei tassi, scesi al 2,5% e sono convinti che la diminuzione dell'inflazione favorisca ulteriori tagli nei prossimi mesi.
COMMENTA LA NOTIZIA