1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Morningstar, cala ai minimi dal 2001 il numero di gestori ottimisti sulle Borse mondiale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La parola prudenza fa capolino anche tra i gestori interpellati da Morningstar. Nel primo sondaggio del 2008 emerge un sensibile peggioramento delle previsioni per i prossimi sei mesi: i fund manager vedono lontana la fine della crisi finanziaria e toccano con mano quotidianamente l’indebolimento dell’economia. E in questo scenario continua il calo di consensi per le Borse del Vecchio continente. Secondo il giudizio dei gestori l’intenzione della Banca centrale europea (Bce) di non tagliare i tassi, per mantenere sotto controllo l’inflazione, può un effetto penalizzante sui listini. Una convinzione che trova conferma nel fatto che, negli ultimi mesi, i mercati europei hanno ceduto più di quello statunitense. Buone nuove non giungono nemmeno per l’Italia. La percentuale di gestori ottimisti sul Bel Paese è scesa sensibilmente rispetto a gennaio, passando dal 55% di dicembre al 27,8%. Se si guarda oltreoceano, l’ipotesi di una recessione negli Stati Uniti fa crescere il numero dei pessimisti. Per il 45,5% dei gestori, la Borsa a stelle e strisce scenderà nei prossimi sei mesi (erano il 27% a dicembre). Fiducia ai minimi sul Giappone. Nell’ultimo mese è mutato anche il sentiment sulla Borsa di Tokyo, che salirà nei prossimi sei mesi solo per il 22,7% dei gestori (erano oltre la metà a dicembre).