1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Morgan Stanley: ecco quando arriverà il mercato orso. Prima di allora rally S&P

Esiste il rischio che si verifichi comunque un calo, prima che lo S&P testi il target, verso la fine di ottobre-inizi di novembre, pari al…

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mercato orso? Per Mike Wilson, analista di Morgan Stanley, arriverà, e anche presto. Ma, prima, lo S&P 500 testerà nuovi record, salendo fino a 2.700 punti, esattamente all’inizio del 2018. Il sell off ci sarà, secondo Wilson, solo dopo il raggiungimento di questo target e, quando arriverà, sarà di almeno il 20%, in linea con la definizione di mercato orso.

Intervistato nel corso della trasmissione Fast Money della Cnbc, Wilson ha affermato che il rally della sessione di mercoledì, a Wall Street, è stato alimentato dalle scommesse di reflazione, in vista della presentazione della riforma fiscale di Trump.

Per lo strategist si è trattato tuttavia di una “euforia di breve termine”. Detto questo, guardando sempre in un’ottica di breve periodo, “le small cap, e i titoli energetici e finanziari” sono tutte opportunità per gli investitori.

“Ciò non significa che i titoli FANG o hi-tech rimarranno indietro. Possono tutti salire insieme”.

A sostenere l’azionario saranno a suo avviso soprattutto i risultati di bilancio relativi al terzo trimestre, che dovrebbero confermarsi positivi.

“Prima della stagione degli utili, riteniamo che lo S&P salirà a 2.550-2.575 punti“, dice Wilson (rispetto ai 2.507 a cui ha terminato la sessione di mercoledì).

Esiste il rischio che si verifichi comunque un calo, prima che lo S&P testi quota 2.700, verso la fine di ottobre-inizi di novembre, possibilmente del 5-6%, che sarà provocato dalla probabile delusione degli americani per la riforma fiscale di Trump. Riforma che il presidente ha presentato proprio ieri, e che prevede un calo delle tasse personali dalle sette attuali ad appena tre, oltre a una riduzione delle tasse a carico delle aziende al 20%.

Per lo strategist di Morgan Stanley, lo S&P 500 riuscirà a toccare il target di 2.700 all’inizio del 2018, soprattutto se la riforma fiscale sarà finalmente approvata.

“Prima arriveremo a 2.700, e poi l’inizio del mercato orso potrebbe verificarsi in qualsiasi momento successivo, all’inizio dell’anno prossimo oppure nel secondo semestre”.