1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Moody’s dà (temporaneamente) ossigeno allo spread, tasso Btp decennale scende al 2,94%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Spread Btp-Bund in netta contrazione oggi sulla scia della decisione di Moody’s di rinviare ogni decisione in merito al rating dopo che si avrà chiarezza circa l’azione del governo (ossia dopo la nota di aggiornamento al Def e il varo della manovra 2019).

L’agenzia di rating ha motivato la decisione con l’esigenza di disporre di una “maggiore chiarezza” sull’andamento dei conti pubblici e sul percorso delle riforme. Il giudizio di Moody’s è quello maggiormente temuto dai mercati poiché l’agenzia ha posto sotto revisione al ribasso l’attuale rating di “Baa2”.

Lo spread Btp-Bund al momento viaggia a 262 punti base dai 275 di avvio giornata. Il rendimento del Btp decennale è sceso al 2,94% da oltre 3% a cui viaggiava ieri. Settimana scorsa il tasso del decennale era anche schizzato oltre il 3,2% con spread nei pressi dei massimi del 29 maggio scorso.

Rispetto al 15 luglio, giorno nel quale è iniziata la fase estiva negativa per i Btp, i rialzi di rendimento sono abbastanza omogenei: tra i 60 (per le scadenze brevi e intermedie) e i 40 (per le scadenza più lunghe) basis points. “Sembra evidente che i titoli di stato italiani siano diventati uno degli strumenti
preferiti dagli speculatori per puntare sul deterioramento del clima globale dei mercati – rimarca un report odierno di Marzotto Sim – . Di conseguenza, qualsiasi notizia o evoluzione negativa del quadro globale, sembra colpire i BTP in maniera sproporzionata rispetto alle effettive conseguenze sul sistema economico italiano”.