1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Moody’s e Standard & Poor’s accendono la spia rossa sulle monete dell’Est Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Erano in bilico da tempo. L’annuncio di Moody’s e quello di Standard & Poor’s hanno soltanto precipitato le cose: lo scivolone delle valute dell’Europa dell’Est non ha sorprese nessuno. Ha però allarmato molti, perché la situazione minaccia adesso di trasformarsi in un nuovo incubo. Per Eurolandia innanzitutto. Il primo a soffrire, non a caso, è stato l’euro. E’ scivolato verso tutte le principali valute, calando fino a 1,2564 dollari da 1,2777 di lunedì; e a 115,65 yen da 117,17 mentre l’indice Stoxx delle Borse europee dell’Unione è sceso del 3,36%. Se S&P si è concentrato sulle aziende di credito dei Paesi dell’Est, la lente d’ingrandimento di Moody’s si è diretta infatti alle banche dell’Unione monetaria, molte esposte verso i Paesi dell’Europa centrale e orientale.