Moody's salva le polizze italiane, ma la Borsa punisce la galassia Ligresti -2-

Inviato da Redazione il Mar, 02/11/2010 - 16:14
La strada non è comunque tutta in discesa. Il settore - elencano gli esperti - dovrà fronteggiare sfide creditizie come la concentrazione sul business non redditizio dell'rc auto, che continua a rappresentare gran parte dei premi del ramo danni; la natura estremamente competitiva del ramo rc auto fortemente esposto a eventuali riforme legislative; l'impatto negativo del contesto di tassi d'interesse ridotti sui rendimenti, specie nel ramo vita e non ultime le vendite delle polizze vita prevalentemente tramite il canale di bancassicurazione, con conseguente elevata volatilità dei volumi. Di certo il quadro tracciato da Moody's non riesce a spazzare via i timori del mercato per un possibile aumento di capitale in casa Fondiaria Sai.

Il titolo della compagnia della famiglia Ligresti dopo le perdite superiori al 5% segnate alla vigilia continua la corsa del gambero, cedendo il 4,2% a 7,75 euro. L'azionista Premafin cede il 3,57% a 0,97 euro, mentre è passata in calo anche Milano Assicurazioni, in flessione dell'1,46% a 1,48 euro. Sin dall'annuncio dell'accordo arrivato venerdì scorso dell'ingresso di Groupama nella Premafin finalizzato al reperimento di risorse finanziarie necessarie per il rafforzamento patrimoniale della società e della controllata Fondiaria Sai sul mercato sono partite le scommesse di una ricapitalizzazione anche della compagnia assicurativa.
COMMENTA LA NOTIZIA