Monti incontra Medvedev a Mosca, firmati accordi tra aziende italiane e russe

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 23/07/2012 - 09:50

La prima visita ufficiale di Mario Monti a Mosca porta importanti contratti tra aziende italiane, tra cui big del calibro di Eni e Poste Italiane, e russe. Il pacchetto di accordi siglati tocca diversi settori: energia, poste, banche, turismo, impianti sportivi. La collaborazione tra i due Paesi è stata sottolineata dal premier russo, Dmitri Medvedev, che durante l'incontro con Monti ha assicurato che i rapporti economici tra Russia e Italia si sviluppano nonostante la crisi.

Entrando nei dettagli degli accordi, Eni ha firmato con Rosneft l'exploration loan facility agreement relativo al finanziamento da parte del gruppo italiano dei costi relativi alle attività esplorative che saranno condotte congiuntamente dalle due società nell'offshore russo del Mare di Barents e del Mar Nero. Il deal rientra nell'ambito dell'accordo di cooperazione strategica firmato tra la società di San Donato Milanese e Rosneft lo scorso 25 aprile, in base alla quale le due compagnie costituiranno delle joint venture (Eni 33,33%, Rosneft 66,67%) per lo sviluppo congiunto delle licenze Fedynsky e Tsentralno-Barentsevsky, nell'offshore russo del Mare di Barents, e Zapadno-Cernomorsky, nell'offshore russo del Mar Nero.

Poste Italiane, Poste Russe e Selex Elsag (gruppo Finmeccanica) hanno siglato un nuovo Memorandum of understanding per definire la collaborazione durante i prossimi mesi. Techint realizzerà un impianto per abbattere le emissioni di anidride solforica nella città di Norilsk.
 
Nel settore bancario, Intesa SanPaolo ha siglato un accordo per creare una joint venture con Gazprombank e prenderà a parte al finanziamento per lo sviluppo di uno stadio multifunzionale che è al centro di un accordo tra la Rizzani de Eccher e Vtb. L'azienda friulana firmerà anche un'intesa per la cooperazione nel turismo.

COMMENTA LA NOTIZIA