1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Monti: conseguenze negative se l’Europa non riconosce gli sforzi dei Paesi in difficoltà (Financial Times)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se i leader dell’Eurozona, e segnatamente la Germania, non aiutano l’Italia e gli altri Paesi che si stanno imponendo una dura disciplina a ridurre i propri costi di finanziamento ci potrebbero essere potenti ripercussioni negative in quegli stessi Paesi, e quindi sulla stessa Eurozona. Lo ha detto il premier italiano Mario Monti in un’intervista al Financial Times. Secondo il primo ministro, tale sostegno è nel pieno interesse dei leader della zona euro, e in particolare della Germania, la quale invece, fino ad ora, ha sempre visto di cattivo occhio l’impegno a sostenere i Paesi indebitati con finanziamenti o con l’appoggio alla creazione di eurobond. Monti ha poi tenuto a sottolineare che tra le motivazioni di Standard & Poors’ al declassamento dell’Italia e di altri 8 Paesi europei non c’era una critica al proprio governo tecnico, quanto piuttosto alla mancanza di organiche politiche europee nelle quali tale governo si inserisce. “Se lo sforzo verso la disciplina non viene riconosciuto”, ha detto Monti al quotidiano britannico, “le conseguenze saranno negative per i cittadini di quei Paesi che si stanno sottoponendo all’austerità”.