1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Montepaschi pensa ad alleanze tra banche

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A chi gli chiede delle prossime elezioni cittadine, Giuseppe Mussari, neo-presidente del Monte dei Paschi di Siena, replica con l’indifferenza. Forse perchè dà per scontata la riconferma a sindaco di Maurizio Cenni, diessino come lui. O forse perchè ritiene di essere in ogni caso al riparo dai possibili rimpalli di un rovesciamento delle previsioni: la vittoria del candidato di centrodestra Alessandro Manganelli, oppure dell’ex sindaco Pierluigi Piccini. Il voto per il sindaco di Siena, una sorta di azionista di riferimento per la Fondazione che controlla il Montepaschi, è l’ultima incognita per la tabella di marcia delle strategie alle quali sta lavorando Mussari. Si inizierà dalla riorganizzazione interna e dalla definizione del piano industriale. Il presidente avrà al suo fianco il direttore generale, nominato oggi, Antonio Vigni. Nonchè il cda di dieci membri che non designerà il comitato esecutivo per non appesantire la gestione. Mussari professa la fede, molto laica, per i numeri e il business, anche per quel che riguarda la definizione delle alleanze. Così a Siena c’è chi crede poco a un ritorno di fiamma per Unipol mentre si scommette di più su una nuova alleanza tra banche, con una popolare, Bpi, ma anche con una delle grandi disponibili come San Paolo-Imi e Intesa davanti a tutte.