Monte dei Paschi: Briamonte indagato per insider trading dalla Procura di Siena

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Michele Briamonte, componente del Cda di Monte dei Paschi di Siena, ha ricevuto questa mattina la notifica da parte della Guardia di Finanza di un’ordinanza interdittiva dagli uffici direttivi. Il provvedimento, valido per due mesi ma eventualmente prorogabile, è stato emesso dal Gip di Siena, Ugo Bellini, su richiesta della procura della Repubblica. Secondo quanto risulta ad alcune fonti giudiziarie, Briamonte sarebbe indagato per insider trading. I pm infatti, analizzando i tabulati telefonici, ritengono che sia stato Briamonte a diffondere la notizia della decisione, presa dal Cda di Rocca Salimbeni lo scorso 28 febbraio, di promuovere l’azione di responsabilità nei confronti di Giuseppe Mussari, Antonio Vigni, Banca Nomura e Deutsche Bank. La notizia fu pubblicata il 1° marzo da un quotidiano prima della comunicazione ufficiale da parte della banca e prima dello stesso deposito dell’azione al tribunale civile di Firenze. Con il provvedimento nei confronti di Briamonte l’inchiesta di insider trading, sempre secondo le voci, viene chiusa e permetterà di chiudere anche a quella su David Rossi, responsabile dell’area comunicazione di Monte dei Paschi suicidadosi lo scorso marzo. La fuga di notizie era infatti stata ipotizzata come uno dei possibili motivi del suicidio ma le indagini, spiegano le fonti giudiziarie, hanno escluso che fosse stato lui a rivelare la notizia.