1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Mondo multipolare, portafogli selettivi: affrontare il presente con lo sguardo al futuro secondo Swiss & Global

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si è svolto ieri a Milano lo Swiss & Global L@B 2014 che, con il titolo “Mondo multipolare, portafogli selettivi: affrontare il presente con lo sguardo al futuro”, ha analizzato in dettaglio idee e prodotti di investimento per affrontare il momento attuale, strategie a ritorno assoluto nel reddito fisso, temi azionari di respiro pluridecennale. Cercando di dare anche un chiaro indizio per il futuro: gli investimenti finanziari si giocheranno nell’area dell’efficienza e della sostenibilità economica ed ambientale, nell’aggancio con l’economia reale. Il cambiamento climatico, le dinamiche demografiche, le innovazioni tecnologiche e sanitarie avranno evidenti conseguenze anche sui portafogli d’investimento.

Di seguito una sintesi delle presentazioni

 

Fed “aspirapolvere” o “grande livella”? Idee obbligazionarie di investimento a prova di mercato

Daniel Sheard, Co-Lead Portfolio Manager, JB Absolute Return Bond Funds, GAM

 

I dati economici di inizio anno non sono di univoca lettura a causa dell’inverno particolarmente rigido che ha rallentato l’attività ma le previsioni della crescita globale sono state riviste al rialzo dalla Banca Mondiale. Grande assente nelle economie avanzate, l’inflazione resta una questione aperta in diverse economie emergenti.

Negli USA  ha sottolineato Daniel Sheard, Co-Lead Portfolio Manager, JB Absolute Return Bond Funds, GAM, il mercato del lavoro continua a migliorare ma il momentum si sta attenuando, la ridotta austerità fiscale aggiungerà dallo 0,5 all’1,5% di crescita economica nel periodo 2014-16. Lenti segnali di recupero nell’Unione Europea, la Francia ha compiuto modesti progressi ma rimane vulnerabile.  Alcuni paesi stanno mostrando chiari segni di ripresa, altri continuano ad affrontare difficoltà economiche e questo creerà nuove opportunità

I rendimenti dei mercati emergenti tornano ad essere interessanti ma la volatilità probabilmente resterà alta, in particolare all’interno del mercato dei cambi e del credito. In quest’ultimo segmento diventeranno un’importante fonte di performance le strategie long/short nel credito

La flessibilità nell’allocazione tra le varie asset class e valute sarà il fattore chiave per generare solidi rendimenti durante l’anno

 

JB Absolute Return Europe Equity Fund: diversificazione senza rischio mercato

Andy Kastner Portfolio Manager European Equities, Swiss & Global Asset Management

Lentamente, ma la ripresa economica europea acquista forza, sostenuta dall’export anche dei paesi periferici, dal ritorno della domanda interna. Detto questo, il fondo JB Absolute Return Europe Equity ha l’obiettivo di generare rendimenti positivi indipendentemente dalla direzione del mercato. Quella del fondo Absolute Return Europe Equity, dice Andy Kastner Portfolio Manager European Equities, Swiss & Global Asset Management non è una strategia che punta all’apprezzamento dell’indice azionario europeo ma tende piuttosto a generare rendimenti nel mercato azionario nel lungo termine sostenendo però un rischio sostanzialmente inferiore (4-8% volatilità annua). La strategia presenta una bassa correlazione con le altre asset class e resta neutrale all’andamento dei mercati e dei vari settori.

La neutralizzazione dei rischi sistemici è realizzata tramite la selezione attenta dei titoli e la costruzione di “coppie” di titoli (posizioni lunghe e corte) all’interno dello stesso settore. L’universo di investimento è costituito dai listini azionari europei senza limitazioni di stile (value o growth) o di capitalizzazione (piccole/medie o grandi). Il processo di investimento è naturalmente estremamente disciplinato e soprattutto è molto rigoroso il controllo del rischio.

 

JB Luxury Brands Fund: continuerà a far parlare di sé.

Dirk Kubisch Head of Product & RFP Specialists, Swiss & Global Asset Management

Sarebbe un errore confondere l’incertezza di breve termine di alcune aree emergenti con le prospettive di più lungo termine: i propulsori della crescita non sono venuti meno, costo del lavoro, produttività crescente e crescita dei redditi, una nuova classe media, un sempre più alto numero di milionari. I grandi gruppi mondiali continuano a puntare sui mercati emergenti per sviluppare crescita e dei profitti. Le società che operano nel lusso hanno davanti a se’ prospettive ancora positive che poggiano sulla crescita dei salari e sulla progressiva urbanizzazione di milioni di individui: entro il 2020, oltre il 50% della popolazione cinese sarà definibile “classe media”. Inoltre i grandi marchi del lusso hanno il “potere di prezzo”, possono cioè adeguare i listini, in caso di inflazione, senza sacrificare fatturato o margini di profitto. Dirk Kubisch Head of Product & RFP Specialists, Swiss & Global Asset Management afferma che le società del lusso sono facilmente riconoscibili dal grande pubblico poiché mostrano. garanzia di prodotti di qualità, posizionamento chiaro nel mercato e prodotti “emozionali”.

Le vendite dei prodotti del lusso sono attese in crescita tra il 7-9% nel 2014 con tutte le regioni che contribuiranno a questo risultato. Fondamentali solidi, redditività e crescita costituiscono i fondamenti della preferenza per il settore

 

JB Health Innovation Fund: ricerca di rendimento? Investi in ricerca! Nathalie Flury, Co – Gestore del fondo JB Health Innovation di Swiss & Global Asset Management

Le prospettive del settore Health Care fondano sulle dinamiche demografiche: invecchiamento della popolazione nei paesi avanzati e investimenti in welfare e infrastrutture sanitarie nei paesi emergenti.

I settori farmaceutico e medicale valgono tra il 10 e il 15 per cento del PIL nei paesi avanzati con un trend di crescita pluridecennale sostenuto  dall’innovazione e dallo sviluppo dei paesi emergenti e di frontiera. La domanda cruciale per l’anno in corso è se le società del settore abbiano corso troppo e le valutazioni siano “arrivate”.

Secondo Nathalie Flury,Co – Gestore del fondo JB Health Innovation di Swiss & Global Asset Management, i prezzi non incorporano ancora le potenzialità dell’innovazione, la domanda di sanità nelle economie emergenti, le ricadute positive della ripresa delle attività di fusione e incorporazione (Merger and Acquisition). Il costante processo di innovazione e aumento della domanda (nelle economie avanzate come in quelle emergenti) sostengono la rivalutazione dei titoli del settore che trova giustificazione in una crescita superiore al mercato.

Investire nel settore health care, dice Flury, significa cogliere il potenziale legato alle dinamiche demografiche e l’universo d’investimento del fondo comprende tutti i sotto-settori sanitari nel mondo. La gestione è estremamente attiva e la bassa correlazione fra i settori favorisce una solida e vantaggiosa diversificazione.