1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Mondadori: compra RCS Libri per 127,5 milioni di euro, titoli festeggiano a Piazza Affari

QUOTAZIONI Rcs Mediagroup
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nasce il colosso italiano dell’editoria. Dopo sette mesi di trattative, Mondadori ha comprato RCS Libri per 127,5 milioni di euro. Le due case editrici più famose d’Italia si uniscono per dare vita a un gigante che avrà una quota di mercato tra il 35% e il 40 per cento. Nell’operazione rientrano quasi tutti i marchi della divisione Libri di via Solferino: Rizzoli, Bompiani, Fabbri, Sonzogno e il 94,7% di Marsilio. Resta invece fuori Adelphi con Roberto Calasso che eserciterà l’opzione di acquisto del 58% che oggi è controllato da Rcs.
 
RCS Libri nel 2014 aveva riportato ricavi per 221,6 milioni di euro, un Ebitda ante oneri ricorrenti per 8,8 milioni di euro e investimenti per 11 milioni di euro, di cui 1,7 milioni destinati al rinnovo delle librerie Rizzoli. Con questa operazione Mondadori rafforza la sua leadership in Italia, dove già guida il mercato con una quota pari al 26,5 per cento. Oltre a Mondadori, tra i brand del gruppo di Segrate figurano Einaudi, Piemme, Sperling & Kupfer, Mondadori Education e Mondadori Electa.
Il perfezionamento dell’operazione è soggetto all’approvazione delle autorità competenti regolatorie. Le trattative avevano subito una frenata la scorsa settimana in scia al rischio Antitrust. Come riportato negli ultimi giorni dalla stampa nazionale, Mondadori ha ottenuto uno sconto sul prezzo, che inizialmente era stato fissato a 135 milioni di euro, dopo aver deciso di far ricadere l’onere Antitrust totalmente su Segrate.
I titoli delle case editrici festeggiano a Piazza Affari la conclusione dell’operazione: Mondadori mostra un progresso di circa 5 punti percentuali a 1,023 euro, mentre RCS Mediagroup avanza di oltre 5,5 punti percentuali a 0,892 euro.