1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Moda: Permira pronta a cedere controllo Hugo Boss, il prossimo obiettivo è Roberto Cavalli

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Addio a Hugo Boss e contestuale strizzata d’occhio a Roberto Cavalli. Il fondo di private equity Permira Advisers LLP è alle grandi manovre nel comparto del lusso preparando da un lato la cessione della quota di controllo detenuta nella tedesca Hugo Boss e dall’altro l’acquisto di una partecipazione della fiorentina Roberto Cavalli.

In vendita la quota di controllo di Hugo Boss
Permira, che detiene una quota del 56% della casa di moda tedesca, sarebbe in trattative circa una possibile cessione della quota di controllo. L’indiscrezione riportata nel weekend da Bloomberg News sta penalizzando il titolo Hugo Boss AG che sulla Borsa di Francoforte è arrivato a cedere questa mattina oltre il 3%.
Sette anni dopo aver assunto il controllo di Hugo Boss, Permira avrebbe contattato degli advisor per trovare un acquirente per la quota che ha un valore di circa 4,2 miliardi di euro. Già a maggio il fondo di private equity aveva provveduto alla cessione di una piccola quota del 5,6% per 401,6 mln di euro. Sotto la guida del ceo Claus-Dietrich Lahrs il valore delle azioni Hugo Boss si è più che quintuplicato negli ultimi 5 anni. Nel secondo trimestre dell’anno Hugo Boss ha registrato un incremento nel ritmo di crescita rispetto ai primi tre mesi del 2014 con ricavi per 558 mln di euro (+5% annuo) e utile netto di 62,8 mln (+18%).

Sempre Bloomberg News oggi ha pubblicato un’indiscrezione riguardante l’interesse della stessa Permira verso il gruppo italiano Roberto Cavalli. Il dossier Roberto Cavalli sarebbe stato aperto dal fondo di private equity già all’inizio di quest’anno. Il gruppo fashion fiorentino nel 2013 ha riportato un fatturato di poco più di 200 milioni di euro con ebit di 22,4 mln.

M&A in fermento nel settore luxury
L’industria della moda sta vedendo negli ultimi anni  una forte attività di merger & acquisition (M&A) con Gianni Versace SpA che nel mese di febbraio ha accettato di vendere una quota del 20 per cento a Blackstone Group LP per 210 milioni di euro, mentre Loro Piana lo scorso anno era passata sotto il controllo del colosso LVMH per 2 miliardi di euro.