1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Minerari deboli a Londra appesantiti da calo prezzi metalli

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata difficile per i titoli minerari a Londra. Le azioni di tutti i big del settore scivolano sul listino inglese, registrando cali che vanno dall’1,20% a oltre 2 punti percentuali. Bhp Billiton cede “solo” l’1,24%, Rio Tinto l’1,83%, Antofagasta il 2,04% mentre Anglo American sta lasciando sul terreno il 2,34%. A deprimere l’intero comparto è la debolezza delle quotazioni dei metalli: l’oro, dopo aver sfondato la soglia dei 1.000 dollari settimana scorsa, oggi perde terreno. Questa mattina il metallo giallo ha registrato a Londra un fixing di 994,25 dollari all’oncia, contro i 1.008,25 dollari di venerdì pomeriggio. Ma non è solo il re dei metalli preziosi a non brillare. Anche il rame, metallo base, registra un deciso ribasso sul London Metal Exchange a seguito anche dell’aumento delle scorte giornaliere. Gioca a sfavore il biglietto verde, (con cui vengono espressi i prezzi delle commodities) che questa mattina ha segnato un lieve rialzo verso le altre valute, frenando la domanda di metalli come investimento alternativo.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: quotazioni ai massimi da quasi un mese, analisti ottimisti

Dopo due sedute di guadagni, parità per le quotazioni dell’oro a 1.270,1 dollari l’oncia. Venerdì i prezzi si sono spinti fino a 1.272,7 dollari facendo segnare il livello maggiore da inizio mese, in scia della tensione in arrivo dal fronte geopoliti…

VALUTE

Sud Africa: Zuma evita voto sfiducia, ma rischio politico pesa sul rand

Giornate convulse in Sud Africa con il presidente Jacob Zuma sotto attacco con alcuni membri dell’ANC (African National Congress) che hanno cercato di forzare le dimissioni preparando una mozione di sfiducia. Il comitato esecutivo dell’ANP alla fine …

COMMODITY

Petrolio in calo: Wti viaggia sotto 50 dollari

Quotazioni del petrolio in calo in avvio di settimana. In questo momento il Wti lascia sul terreno circa lo 0,3% a 49,65 dollari al barile, mentre il Brent cede lo 0,27% a 52,37 dollari al barile. Nel meeting di giovedì scorso l’Opec ha annunciato l’…