1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A Milano torna la paura: il Ftse Mib chiude in calo del 3,89% a un passo dai 15.000 punti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata pesantissima per Piazza Affari con i principali indici in calo di quasi il 4 per cento. Il Ftse Mib ha perso il 3,89% scendendo a 15.060 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 3,53% a 15.978 punti. Sul mercato ha impattato lo stallo nelle trattative tra Ue, Fmi, Bce e Grecia per il rilascio di una nuova tranche di aiuti al Paese ellenico così come i deludenti dati sul mercato del lavoro Usa diffusi nel pomeriggio: in agosto non è stato creato nessun nuovo posto di lavoro. In questo quadro lo spread Btp-Bund si è allargato fino a 330 punti base. Le vendite si sono così concentrate sui bancari. Bpm (-6,03% a 1,386 euro) e Ubi Banca (-6,48% a 2,424 euro) hanno ceduto oltre 6 punti percentuali, seguite a breve distanza da Banco Popolare (-5,50% a 1,133 euro), Unicredit (-5,33% a 0,897 euro) e Intesa Sanpaolo (-4,82% a 1,106 euro). Anche i finanziari sono stati pesantemente colpiti, con Exor che ha ceduto il 6,38% a 15,84 euro e Generali in calo del 4,85% a 11,98 euro.