1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Milano si aggiudica l’Expo 2015

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Milano si è aggiudicata l’Expo 2015. La decisione è stata presa a Parigi e comunicata poco prima delle ore 18:30 dopo un iniziale rinvio per problemi tecnici. La città meneghina era data per favorita sulla carta per la maggiore solidità e ricchezza del progetto, ma l’incertezza è durata fino all’ultimo minuto, sia per la modalità di voto a scrutinio segreto, sia perchè contano parecchio, nelle scelte, gli equilibri geo-politici ed economici mondiali. 

 

Diplomazia e politica italiane si sono mosse per una volta bene e con unitarietà per portare avanti un progetto sostenuto dalla nazione intera. Eppure la paura di perdere si era accresciuta negli ultimi mesi. La caduta del governo, il ridimensionamento di Malpensa, il problema rifiuti in Campania, i dubbi sulla mozzarella di bufala che facevano a pugni contro il tema della manifestazione proposto da Milano “”Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

 

Alla fine la vittoria è arrivata con una maggioranza di 86 voti contro i 151 totali, una vittoria quindi incerta fino all’ultimo. E ora Milano può festeggiare e guardare avanti con un progetto che prevede

di portare un valore aggiunto di oltre 3,7 miliardi di euro con 70.000 posti di lavoro nel corso della manifestazione. Saranno tuttavia soprattutto l’immagine e l’attrattività della città sia sotto l’aspetto del turismo che sotto quello della cultura e della scienza a beneficiarne. Nei sei mesi di durata dell’Expo la città sarà attraversata 7.000 eventi e 52 milioni di euro verranno destinati a progetti per la sostenibilità ambientale, alcuni in collaborazione con Paesi in via di sviluppo. L’eredità sarà misurabile nel corso degli anni e non solo mediante un bilancio secco di entrate/uscite della manifestazione, che nella maggior parte dei casi si conclude con rilevanti perdite. L’elemento positivo dell’ospitare una simile manifestazione è la spinta a mettere in atto progetti che altrimenti non verrebbero implementati o che lo sarebbero su un arco di tempo molto più lungo. L’Expo 2015 può cambiare il volto di una città e Milano, che ospitò la manifestazione nel 1906 in occasione dell’inaugurazione del traforo del Sempione ne porta ancora i segni. Furono spesi allora, per organizzarla, 2,6 milioni di dollari, e 25 nazioni vi presero parte con oltre 10 milioni di visitatori. Molti di più hanno reso la città meneghina famosa nel mondo per uno dei poli fieristici più importanti, la Fiera di Milano,  costruita proprio per ospitare quella manifestazione. La previsione, per il 2015, è di ospitare 29 milioni di visitatori nel corso dei sei mesi di durata dell’evento, con 181 Paesi espositori.