1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Milano poco mossa, Occhipinti invita alla prudenza nel breve

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta sull’altalena per Piazza Affari, che è partita in area positiva e poi è approdata in territorio negativo nel pomeriggio, alla notizia di alcune nuove esplosioni a Londra sia in metropolitana sia su un autobus. I listini del Vecchio Continente, pur mostrando un pizzico di nervosismo e parecchia volatilità, non si sono allontanati molto dalla linea di confine tra rosso e nero. A Milano la sessione borsistica è terminata con il Mibtel a quota 25.584 punti (+0,05%) e l’S&P/Mib a 33.474 punti (+0,03%). “In un’ottica di brevissimo termine”, afferma Roberto Occhipinti, responsabile dell’azionario Europa per Arca sgr “invitiamo alla prudenza, anche se non ci aspettiamo particolari storni da parte del mercato”. Occhipinti indica poi come fattori negativi che potrebbero avere un impatto negativo sull’andamento delle Borse ulteriori skock geopolitici, come quello odierno, “anche se pare che il mercato si stia in un ceto senso abituando”, nonché quotazioni petrolifere sopra la soglia di allarme dei 75-80 dollari al barile. “Nel medio-lungo termine siamo comunque abbastanza positivi”, fa sapere il gestore “e riteniamo possibile che i listini europei guadagnino un altro 4-5% entro la fine dell’anno in corso”. A livello settoriale, per Arca sgr i comparti vincenti in Europa sono quello telefonico, quello assicurativo e quello petrolifero. “Siamo invece cauti sui farmaceutici e sulle utility”, avverte infine Occhipinti.