Milano maglia rosa d'Europa, bene Enel e il comparto bancario -2-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 19/01/2011 - 17:43
Pioggia di giudizi positivi su Enel Green Power, la controllata del colosso elettrico italiano attiva nel business delle energie rinnovabili. Questa mattina Intermonte, Jp Morgan e Barclays hanno avviato la copertura sull'azione e le loro view hanno galvanizzato Green Power a Piazza Affari, dove ha mostrato un progresso dell'1,68% a 1,63 euro. "Noi iniziamo la copertura su EGP con raccomandazione outperform e un target price a 1,80 euro - è il giudizio di Intermonte -. Siccome i multipli di mercato di EGP sono attualmente inferiori a quelli dei principali competitor e la società è molto esposta allo scenario bullish del prezzo del petrolio, noi crediamo che rappresenti uno dei più attrattivi player europei del comparto". Jp Morgan e Barclays hanno invece iniziato la copertura su Green Power con rating overweight e prezzo obiettivo rispettivamente indicato a 2,05 euro e a 1,90 euro. Bene anche la controllante Enel (+2,43% a 4,01 euro), tornata sui livelli che non vedeva dallo scorso novembre. Goldman Sachs ha inserito il titolo del colosso guidato Fulvio Conti nella propria "buy list" con un prezzo obiettivo fissato a 5 euro.

Sono viaggiati a doppia velocità i titoli del Lingotto: Fiat Spa è scivolata nelle ultime posizioni del listino con un ribasso del 3,73% a 7,61 euro, mentre Fiat Industrial ha guadagnato il 3,98% a 10,45 euro. Unicredit ha iniziato la copertura su Industrial consigliando di acquistare l'azione e indicando un target price a 12 euro. "La crescita della popolazione mondiale e dei prezzi alimentari spingeranno la domanda per i macchinari agricoli, soprattutto nei Paesi emergenti", è la visione degli analisti di piazza Cordusio, secondo cui Fiat Industrial, il numero due del settore alle spalle di John Deere, è ben posizionata per sfruttare questo trend. "Noi ci aspettiamo che la speculazione per un possibile M&A rimarrà un driver di interesse per il titolo", ha spiegato il broker. Infine, se il management del Lingotto dovesse centrare i target al 2014, "noi crediamo che il titolo Industrial potrebbe arrivare intorno ai 14,5 euro".
COMMENTA LA NOTIZIA