1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Milano incerta nel primo giorno del mese di agosto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha avviato sull’altalena la prima sessione borsistica del mese di agosto, una sessione che è stata caratterizzata, come largamente anticipato, da scambi scarni, per via del fatto che la maggior parte degli operatori è partita per le vacanze. Il Mibtel ha ceduto lo 0,16% a 25.732 punti, mentre l’S&P/Mib ha lasciato sul campo lo 0,23% a 33.617 punti. La morte del sovrano dell’Arabia Saudita, re Fahd, ha messo le ali alle quotazioni del petrolio sui mercati delle materie prime, che si sono portate sopra la barriera dei 60 dollari al barile. A offrire qualche spunto alle Borse europee questa settimana potrebbe essere la politica monetaria. Giovedì 4 agosto è in agenda una riunione della Banca Centrale Europea. Come mettono in luce gli analisti di RasBank, “la mancanza della conferenza stampa al termine della riunione dovrebbe fare sì che il meeting del Consiglio Direttivo in calendario nel corso della settimana passi in secondo piano. In questa occasione, infatti, non sono attesi interventi di politica monetaria e non si avranno update sulla visione dello stato dell’economia da parte della Bce”. E’ invece attesa una mossa espansiva da parte della Bank of England. “L’appuntamento più importante della settimana”, spiegano gli economisti di RasBank “è la riunione dei nove membri del Comitato di Politica Monetaria della BoE, che dovrà decidere in merito al tasso Repo. Secondo le nostre attese, le probabilità di assistere ad un taglio di 25 punti base sono decisamente superiori al 50%, anche in considerazione del fatto che, come emerso dalle minute della precedente riunione, 4 membri su 5 hanno votato a favore di un taglio del tasso Repo al 4,5%”.