1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A Milano denaro sui petroliferi e su Snam Rete Gas

QUOTAZIONI Snam
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella city milanese i titoli del settore petrolifero hanno potuto festeggiare la ritrovata forza delle quotazioni del greggio, stabili sopra la soglia dei 61 dollari al barile sul mercato delle materie prime di New York. Il denaro ha così spinto in avanti sia Eni (+1,58%), il colosso italiano a maggiore capitalizzazione, sia Saipem (+1,87%). Bene anche Banca Fideuram e Snam Rete Gas, la quale si è ripresa dopo la defaillance della viglia, quando aveva risentito soprattutto della revisione al ribasso del giudizio a “sell” da parte di Merrill Lynch. La società che fa capo al gruppo Eni ha inoltre beneficiato della lettura del maxi-emendamento alla legge finanziaria, stando al quale il termine per la discesa del colosso del Cane a sei zampe sotto il 20% di Snam Rete Gas sarebbe stata prorogata al luglio del 2008. Per il resto, tra le blue chip, la lettera l’ha fatta da padrona. Tra le peggiori performance si segnalano Bulgari (-1,35%), colpita dalle prese di profitto dopo il balzo del giorno prima, Rcs MediaGroup (-1,11%) e Bpu (-1,05%). Sul listino del Midex le vendite hanno seguitato a penalizzare Unipol che si è lasciata alle spalle un punto percentuale tondo tondo. La compagnia assicurativa, al fine di tutelare i propri diritti e quelli dei suoi azionisti, ha presentato al Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Bologna, Enrico Di Nicola, un esposto teso ad individuare coloro i quali a partire dal giugno 2005 hanno avviato una sistematica azione contro la società, i suoi esponenti e i suoi azionisti, nonché a procedere alla verifica se in tali comportamenti sussistano ipotesi di reato, come la manipolazione del mercato, l’aggiotaggio bancario e l’ostacolo all’esercizio delle funzioni delle Autorità pubbliche di Vigilanza, commessi in pregiudizio di Unipol.