Milano chiude sotto la parità, limita i danni grazie a comparto finanziario -1-

Inviato da Redazione il Mar, 19/10/2010 - 17:45
Quotazione: LEONARDO FINMECCANICA
Quotazione: MEDIOBANCA
Quotazione: UNICREDIT GROUP
La Borsa di Milano ha limitato i danni, nonostante l'andamento negativo di Wall Street, grazie alla buona performance del comparto finanziario. Negli Stati Uniti l'avvio di nuovi cantieri a settembre ha registrato un +0,3% a 610 mila unità, con attese ferme a 580 mila. Ma gli investitori sono concentrati sulla raffica di trimestrali Usa: oggi Goldman Sachs ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 1,9 miliardi di euro, in decisa frenata dai 3,19 miliardi di un anno fa ma oltre le previsioni degli analisti. Sul fronte europeo, l'indice Zew tedesco di ottobre ha mostrato una flessione di 7,2 punti, toccando i livelli minimi dal gennaio 2009. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,12% a 21.233 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,18% a quota 21.797.

In grande spolvero il comparto finanziario grazie ad un migliore sentiment degli investitori legato alle trimestrali dei colossi bancari statunitensi e alle rotture tecniche che favoriscono la possibilità di un allungo. E così Monte dei Paschi ha guadagnato il 2,10% a 1,069 euro, Banco Popolare l'1,53% a 4,32 euro, Intesa SanPaolo lo 0,77% a 2,60 euro, Popolare di Milano lo 0,77% a 3,587 euro, Unicredit lo 0,63% a 1,914 euro. Bene anche il business del risparmio gestito con Azimut che ha mostrato un progresso dello 0,99% a 7,63 euro, mentre Mediobanca è salita dello 0,42% a 7,15 euro. In controtendenza Ubi Banca che ha lasciato sul parterre lo 0,70% a 7,80 euro. Finmeccanica ha strappato un +0,16% a 9,17 euro. L'Ad del gruppo, Pierfrancesco Guarguaglini, ha dichiarato ieri che se il taglio del budget della spesa militare nel Regno Unito si limitasse a circa l'8% nell'arco di quattro anni, l'impatto a breve sui conti sarà quasi nullo. La Gran Bretagna pesa per circa l'11% sul fatturato del colosso italiano della Difesa.
COMMENTA LA NOTIZIA