1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Milano chiude in rialzo, vendite su Bnl

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finale di seduta in crescendo per Piazza Affari in linea con gli altri principali listini europei sospinti anche dall’andamento positivo di Wall Street. L’S&P/Mib ha chiuso la sessione poco sotto la soglia dei 32 mila punti, in rialzo dello 0,11% dopo aver toccato a metà seduta un minimo intraday a quota 31.725 punti. Mibtel in progresso dello 0,13% a 24.395 punti. Tra le blue chips continua il fermento del settore bancario con Antonveneta (-0,69%) e soprattutto Bnl (-2,19%) colpite dalle vendite dopo i decisi strappi rialzisti delle scorse sedute sull’onda della possibilità del lancio di Opa rispettivamente da parte di Abn Amro e Bbva. Le ultime indiscrezioni vedono la possibilità di una controffensiva con vari istituti italiani che potrebbero essere coinvolti in una cordata pronta a salire nell’istituto di via Veneto. Tra i bancari si rivedono nelle posizioni di testa dell’S&P/Mib Capitalia (+2,09% a 3,90 euro), Unicredit (+1,21%) e Banca Intesa (+1,48%). Quest’ultima ha beneficiato della promozione di S&P’s che ha rivisto l’outlook dell’istituto milanese da stabile a positivo. Chiusura sui minimi invece per Sanpaolo (-0,34%) che ha reso noto di aver chiuso il 2004 con utile netto di 1,393 miliardi di euro, in progresso del 43,3% rispetto all’esercizio precedente. Il cda proporrà all’assemblea un dividendo di 0,47 euro per azione (+20,6%). I risultati 2004 spingono invece in alto Mediolanum (+2,07%), che ha visto l’utile salire a 141 milioni di euro, +9%. In live calo gli energetici. Segno meno anche per Autogrill che ha vinto la gara per Aldeasa dopo aver innalzato l’offerta a 36,57 euro per azione con costo complessivo dell’Opa che si dovrebbe aggirare sui 768 milioni di euro rispetto ai 693 milioni inizialmente previsti.