1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Milano chiude in moderato ribasso, pesa deludente Pil Usa -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso l’ultima seduta della settimana in moderato ribasso. A muovere il mercato ci hanno pensato i dati macroeconomici in arrivo dagli Stati Uniti. Il listino milanese, infatti, ha accelerato al ribasso subito dopo la pubblicazione del Pil Usa del secondo trimestre, cresciuto del 2,4% sotto le attese che indicavano un incremento del 2,6%. L’indice guida di Piazza Affari ha però ridotto le perdite dopo l’uscita della fiducia dei consumatori calcolata dall’Università del Michigan, salita a luglio oltre il consensus a 67,8 punti. E così il Ftse Mib ha ceduto lo 0,36% a 21.021 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,41% a quota 21.463.

Bulgari è finita sul fondo del listino dopo la semestrale pubblicata ieri con un ribasso del 4,22% a 6,02 euro. Male anche Italcementi (-3,01% a 6,28 euro). Il gruppo della famiglia Pesenti ha riportato nel primo semestre 2010 un utile netto di 81 milioni di euro, in calo del 35,8% dai 127,3 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi hanno subito una flessione del 5,1% a 2,45 miliardi, il risultato operativo del 16,8% a 197,9 milioni. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 2,45 miliardi dai 2,41 miliardi di fine 2009. Telecom Italia è tornata sotto quota 1 euro dopo quattro sedute di rialzi consecutivi. Il titolo del gruppo tlc ha ceduto il 2,93% a 0,977 euro.