1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Milano chiude in lieve calo, Finmeccanica ancora protagonista -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato ribasso dopo aver bruciato i guadagni nel pomeriggio. Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha smentito le indiscrezioni circolate ieri sera sull’imminente richiesta di salvataggio da parte di Madrid. Moody’s, nel pomeriggio, ha fatto sapere che la revisione del suo giudizio sul debito sovrano iberico arriverà entro la fine del mese. Ieri sera il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha dichiarato che l’economia americana avrà bisogno ancora a lungo del sostegno di una politica monetaria eccezionalmente espansiva. Bernanke ha inoltre difeso il terzo round di quantitative easing annunciato lo scorso mese. Sul mercato secondario lo spread Btp-Bund è rimasto stabile sopra quota 350 punti base mentre il rendimento del bond decennale italiano ha oscillato intorno al 5%. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,18% a 15.495,79 punti.

Finmeccanica ancora protagonista con un rialzo del 3,24% a 4,014 euro. E’ ormai entrata nel vivo la partita per la conquista di Ansaldo Energia, controllata da Finmeccanica con una quota pari al 55% del capitale. Secondo Il Sole 24 Ore ormai si profila la cessione dell’intera società genovese, della quale il fondo Usa First Reserve possiede il restante 45%. Come già scritto ieri da questa testata sarebbero due i pretendenti in campo: da un lato Siemens, dall’altro il Fondo strategico italiano (controllata dalla Cassa Depositi e Prestiti) che starebbe sondando il terreno per mettere in piede una cordata di imprenditori italiani. A2A (+2,54% a 0,411 euro) ancora ben comprata. Ieri l’azione è stata sostenuta dalle indiscrezioni secondo cui la multiutility potrebbe cedere nelle prossime settimane al fondo F2i l’ultima quota pari al 25% posseduta in Metroweb e controllata attraverso un prestito convertibile.