Milano chiude in deciso ribasso, crolla mercato immobiliare Usa -2-

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A deprimere i titoli del cemento, così come tutto il comparto a livello europeo, è stato invece il profit warning lanciato oggi da Crh. Il gruppo irlandese, che è arrivato a perdere sulla Borsa di Londra fino a 15 punti percentuali, ha riportato nei primi sei mesi dell’anno risultati in calo (ricavi -8%, Ebitda -20%) e per l’intero 2010 prevede un Ebitda in ribasso del 10%. A ciò si è aggiunta la bocciatura della francese Lafarge da parte di Bofa Merrill Lynch. Il broker statunitense ha abbassato il giudizio da neutral ad underperform. E così Italcementi ha perso il 3,07% a 5,68 euro, mentre Buzzi Unicem ha limitato i danni lasciando sul parterre lo 0,67% a 7,46 euro. Impregilo ha registrato la peggiore performance sul paniere principale con un ribasso del 4,16% a 1,948 euro.

Fiat ha archiviato la seduta con un -2,02% a 9,22 euro. L’amministratore delegato, Sergio Marchionne, ha dichiarato che Chrysler difficilmente tornerà all’utile entro quest’anno. Ieri invece erano tornate a circolare le voci, rilanciate da un settimanale tedesco, di un interesse di Volkswagen per il marchio Alfa Romeo. Marchionne ha sempre smentito la possibilità di cessione della storica casa automobilistica. Tra i titoli migliori del Ftse Mib da segnalare Autogrill (+0,11% a 8,98 euro), Snam Rete Gas (+0,07% a 3,64 euro) e Bulgari (+0,17% a 5,75 euro).