1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A Milano brillano Autostrade e il risparmio gestito

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Anche questa sessione borsistica di Piazza Affari è stata fortemente condizionata dai giudizi delle banche d’affari. Così, Autostrade, che ha sfoggiato un incremento del 5,27%, è stata la regina degli acquisti all’interno dell’S&P soprattutto per merito di alcuni importanti broker. Gli analisti di Jp Morgan hanno infatti avviato la copertura sull’azione con rating “overweight” e con un target price a 18 mesi a quota 24,9 euro, mentre quelli di Merrill Lynch hanno fatto sapere che l’azione del gruppo guidato da Vito Gamberale è la favorita nel settore della gestione delle autostrade, con un prezzo obiettivo confermato a quota 27 euro, che potrebbe addirittura arrivare fino a quota 32 euro. Anche Novagest sim vede bene le azioni del comparto autostradale. “Come riposizionamento strategico”, afferma Dario Michi, gestore patrimoniale della sim, “siamo passati dai titoli finanziari a quelli di carattere un po’ più difensivo, in un primo tempo le utility e in un secondo momento le autostrade”. “Inoltre”, aggiunge Michi, “il deflusso da Telecom Italia (che si è lasciata alle spalle l’1,78% ndr) sta facendo generalmente bene alle utility e alle autostrade”. Su di giri, sul listino delle 40 blue chip, anche il settore del risparmio gestito, con Banca Fideuram (+2,99%) e Mediolanum (+4,59%) che hanno riconfermato la propria caratteristica di titoli tipicamente aggressivi. Bene anche Finmeccanica (+3,64%), solleticata dalle notizie giunte nel corso della seduta. Per prima cosa, la società greca Hellenic Aerospace Industry (Hai) e Aermacchi, che fa capo al gruppo guidato da Pier Francesco Guarguaglini, hanno firmato un intesa preliminare che definisce i termini della loro cooperazione industriale nel programma di sviluppo dell’addestratore avanzato di nuova generazione M346. Inoltre, l’Agenzia spaziale europea, Esa, e Galileo Industries GmbH, in presenza del ministro dei Trasporti tedesco, Wolfgang Tiefensee, hanno firmato un contratto del valore di circa 1 miliardo di euro per lo sviluppo e la realizzazione, entro la fine del 2008, dei primi quattro satelliti Galileo e della relativa infrastruttura di terra. Da ricordare che Galileo Industries GmbH è una joint company partecipata da Alcatel Alenia Space, che fa capo sia a Alcatel sia all’italiana Finmeccanica, da Eads Astrium, da Galileo Sistemas y Servicios e da Thales. Sugli scudi per il secondo giorno consecutivo anche Autogrill (+2,47%). Le performance peggiori hanno invece portato il marchio Fiat (-1,44%) e FastWeb (-0,87%), oltre alla già citata Telecom Italia. A Piazza Affari, tra le storie del giorno, in evidenza Banca Italease, che ha chiuso con notevole +4,55%, sulle voci di un possibile interesse della Popolare di Verona e Novara.