Milano Ass sotto i riflettori, si torna a parlare di nozze con Fonsai

Inviato da Redazione il Gio, 09/12/2004 - 17:36
Quotazione: MILANO ASSICURAZIONI
Milano Assicurazione torna sotto i riflettori di piazza Affari. Il titolo della compagnia meneghina accusa un ribasso dello 0,41%, scambiando a quota 3,93 euro. Sul mercato si fa largo nuovamente la voce di un matrimonio con FonSai. Dopo la porta in faccia ricevuta da Capitalia per il dossier FinecoVita la compagnia guidata da Fausto Marchionni tornerebbe a pensare di ritirare dal listino la sua controllata. Premafin-Fondiaria ha già nelle sue mani il 65% della società. Ma secondo quanto risulta a Spystocks a Fondiaria farebbero gola il 30% delle minorities: per un'opa sul restante 35%, ai prezzi odierni, si spenderebbero circa 500 milioni di euro. Una cifra che ricorda molto quella del closing per FinecoVita. L'operazione dal punto industriale lascia aperti dei punti interrogativi perché Sai-Fondiaria e Milano Assicurazioni "fanno lo stesso lavoro". Ma qualche spunto positivo dall'operazione tutto sommato alla fine ci sarebbe. Sai-Fondiaria ha un eccesso di capitale e quindi lanciando un'Opa ridurrebbe il suo debito. Secondo voci di stampa l'operazione avrebbe molti vantaggi per l'indebitamento della holding Premafin che Fondiaria detiene al 43%. "La fusione con finalità finanziarie potrebbe avere senso", commenta Oriana Cardani di RasBank. Il motivo? "La gestione diventerebbe più facile non dovendo avere a che fare con i terzi. Anche l'avvio del processo di riorganizzazione non si scontrerebbe con quanto risulterebbe dalla fusione", risponde l'esperta, aggiungendo un particolare interessante: "di recente Fonsai ha ridotto a sua partecipazione diretta ed indiretta nella controllata Milano al 64.966% dal 67.694%, andando in contro tendenza rispetto ai rumors".
COMMENTA LA NOTIZIA