1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Microsoft – Yahoo: prove di anti-Google

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ha tutta l’aria di un’operazione con un unico obiettivo l’offerta da 44,6 miliardi lanciata oggi da Microsoft su Yahoo: sconfiggere il nemico comune Google. Se l’operazione sarà finalizzata nascerà infatti un colosso in grado di competere su un terreno, quello dei servizi internet, dove sia Microsoft che Yahoo soffrono ormai da anni la posizione dominante della società di Mountain View.


Insieme invece Microsoft e Yahoo, secondo i dati di Nielsen Online, arriverebbero a una quota del mercato della ricerca online pari al 31,5% (Google ha invece il 56,3%), un mercato non fine a sé stesso ma che è il grimaldello per l’accesso al mercato della pubblicità in rete. Basta poi leggere il testo del comunicato con cui Microsoft ha annunciato l’operazione, dove il ceo Steve Ballmer spiega che insieme i due gruppi potranno “offrire un crescente set di soluzioni a consumatori e sponsor e contestualmente essere meglio posizionati per competere nel mercato dei servizi online – e conclude – oggi questo mercato è dominato da un unico attore. Insieme Microsoft e Yahoo possono offrire una scelta competitiva”.

Per questo nonostante l’offerta non sia stata sollecitata può comunque essere considerata alla stregua di una proposta amichevole, non foss’altro perchè i due gruppi si parlano ormai da anni e tra 2006 e 2007 erano arrivati addirittura vicini ad annunciare una partnership. Non stupisce così che il board di Yahoo abbia chiarito in una nota che “valuterà attentamente”, “con attenzione e subito” l’offerta, seppure nel contesto del piano strategico del gruppo e al fine di massimizzare il valore del gruppo per gli azionisti nel lungo termine. Sulla decisione di Yahoo potrà incidere anche le acque difficili in cui la società ha navigato negli ultimi mesi. Dopo la presentazione dei conti del quarto trimestre 2007 il gruppo ha infatti annunciato un piano per il licenziamento di mille dipendenti. Negli ultimi 12 mesi Yahoo ha riportato utili per 660 milioni di dollari, in calo del 12% rispetto all’esercizio precedente.


L’offerta proposta da Microsoft prevede un prezzo per azione di 31 dollari. Il valore complessivo della transazione, in contanti e azioni, è pari a 44,6 miliardi di dollari. L’offerta lanciata da Microsoft su Yahoo avverrà quindi con un premio del 62% rispetto alla chiusura del titolo in Borsa nella seduta di ieri. Yahoo è stata fondata nel 1994 ed è sbarcata in Borsa nel 1995. A fine 2007 aveva una capitalizzazione di 25,3 miliardi di dollari e 14300 dipendenti.