Microsoft: trimestrale migliore delle attese, ma silenzio sul dopo-Ballmer

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 24/01/2014 - 10:08
Quotazione: MICROSOFT CORPORATION
In attesa della nomina del nuovo amministratore delegato, Microsoft mette a segno ricavi da record. Il colosso Usa dei software ha chiuso il trimestre tra ottobre-dicembre, il secondo dell'esercizio fiscale, con ricavi pari a 24,52 miliardi di dollari, in rialzo del 14% rispetto al corrispondente periodo dell'anno prima, mentre l'utile netto è salito del 3% a 6,56 miliardi di dollari, ossia 0,78 dollari per azione. Entrambi i risultati sono superiori alle attese degli analisti che si aspettavano ricavi per 23,68 miliardi e un utile per azione di 0,68 dollari. 

A sostenere la buona performance del gruppo fondato da Bill Gates è stata soprattutto la domanda di software da parte della clientela aziendale (che ha generato circa tre quarti dei profitti lordi totali e che conferma il trend già visto nel trimestre precedente), della nuova Xbox e della versione rinnovata del tablet Surface, lanciati in occasione della stagione dello shopping natalizio. Ma non solo. Microsoft ha visto crescere i ricavi legati ai servizi cloud di oltre il 100% in un anno. 

Passano così in secondo piano i timori legati al business dei cellulari di Nokia, che Microsoft ha acquistato e incorporerà il mese prossimo. Gli ultimi dati rilasciati dalla società finlandese sull'andamento delle vendite di smartphone non sono stati incoraggianti. Ma per il momento gli investitori brindano ai conti e al cambio di strategia del gruppo di Redmond, che punta a concentrarsi sui servizi e sugli apparecchi. In scia alla trimestrale, diffusa ieri sera a mercato chiuso, l'azione Microsoft ha mostrato un rialzo di oltre 3 punti percentuali nella sessione afterhours di Wall Street.

Rimane aperta invece la principale questione che agita il mercato, ossia la caccia al nuovo amministratore delegato di Microsoft, dopo che lo scorso 23 agosto Steve Ballmer ha annunciato la sua intenzione di lasciare il gruppo entro 12 mesi. Stando alle ultime indiscrezioni, si è aggiunto un nuovo nome alla lista di possibili candidati alla poltrona di amministratore delegato. Il consiglio di amministrazione starebbe infatti considerando il numero uno di Ericsson, Hans Vestberg. Tra gli altri nomi papabili il responsabile dell'area cloud-computing di Microsoft, Satya Nadella, e l'ex ceo di Nokia, Stephen Elop. Si è invece chiamato fuori il numero uno di Ford, Alan Mulally, che ha annunciato che rimarrà alla guida della casa automobilistica americana, mettendo a tacere le voci su un suo possibile ingresso. Il mistero su chi sarà il nuovo patron di Microsoft sarà comunque presto svelato: la ricerca dovrebbe concludersi nei primi mesi del 2014.
COMMENTA LA NOTIZIA