1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Microsoft potrebbe sborsare ad Alcatel 1,52 mld di dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova multa per guai in territorio europeo ai danni del colosso statunitense Microsoft. Questa volta la società fondata e guidata da Bill Gates è stata condannata dal tribunale distrettuale di San Diego, in California, a pagare al gruppo francese Alcatel-Lucent una multa da 1,52 miliardi di dollaro per avere usato tecnologia digitale senza l’autorizzazione.


In particolare, Microsoft avrebbe violato due brevetti della società d’oltralpe con il suo programma Windows Media Player, compresa la nuova versione contenuta nell’ultimo sistema operativo recentemente sbarcato sul mercato, Vista. Tra i brevetti incriminati ci sarebbe anche quello legato alla conversione, sui personal computer, di file audio nel formato mp3 proprio grazie all’utilizzo del programma Windows Media Player.

Non solo si tratta di una decisione senza precedenti in questo particolare e delicato settore, ma, se confermato in appello, sarebbe anche il più sostanzioso risarcimento nella storia dei danni per la violazione di brevetti. Il record di sempre, in questo capo, è infatti al momento ancora nelle mani di Polaroid, che ha costretto la rivale Kodak a sborsarle circa 910 milioni di dollari per averle copiato le macchine fotografiche “istantanee”.


Il gruppo hi-tech di Redmond, come era logico prevdere, ha già fatto sapere che ricorrerà in appello. Tra l’altro, alcuni portavoce di Microsoft hanno fatto notare che se la decisione del tribunale dovesse essere definitiva potrebbe mettere in difficoltà centinaia di altre società, grandi e piccole, che riproducono il formato mp3.


Intanto, alla Borsa di Parigi il titolo Alcatel-Lucent prende bene la notizia dei potenziali soldi che potrebbero entrare nelle casse del gruppo e nel pomeriggio viaggia in rialzo di oltre il 2%, attestandosi poco sopra a quota 10 euro.