1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

MF Global accusato di violazione delle norme CFTC, in via di smantellamento il ramo asiatico della società

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

MF Global non avrebbe mantenuto separati i conti dei fondi propri e di quelli dei clienti, violando così le regole della Commodity Futures Trading Commission, l’autorità americana che regola gli scambi di materie prime. L’accusa arriva dal CME Group, dopo la richiesta di bancarotta assistita fatta dal broker guidato dall’ex Goldman Sachs Jon Corzine, in default per circa 40 miliardi. La società di brokeraggio, che era esposta ai debiti dell’Eurozona per oltre 6 miliardi di dollari ed era uno dei principali operatori sul mercato delle commodity, avrebbe un ammanco dalle proprie casse di circa 700 milioni di dollari appartenenti ai clienti. Per Corzine lavoravano banchieri di grido provenienti da istituti del calibro di Citigroup e Societè Générale, che ora rischiano il posto. Il broker è stato sospeso dalle operazioni di tutte le principali Borse mondiali. È di stamattina la notizia dello smantellamento del ramo asiatico di MF Global, sotto la supervisione di KPMG, nominata liquidatore della società, incaricata di prendere contatti con i potenziali acquirenti. Il ramo giapponese di MF Global sarebbe già in contatto con un potenziale compratore.