1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Metroweb: la Cassa Depositi e Prestiti ha scelto Enel

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo quanto riportato dalle maggiori agenzie di stampa, la Cassa Depositi e Prestiti avrebbe deciso di proseguire le trattative per la vendita di Metroweb con Enel a scapito di Telecom Italia. Secondo indiscrezioni, l’offerta da 814 milioni di euro avanzata dal colosso elettrico è quella che più si avvicina alle richieste della Cassa.  

Questo per tre ordini di fattori: a parità di controvalore, l’offerta di Enel è vincolante e non necessità di due diligence, la proposta offre maggiori garanzie in tema di investimenti sulla banda larga e prevede la possibilità per F2i, che di Metroweb detiene il 53,8%, di restare nell’azionariato.

La parola passa ora proprio al Consiglio di F2i. L’altro nodo da sciogliere si chiama Swisscom, forte di un diritto di veto sulle modifiche dell’azionariato di Metroweb fino al marzo 2017. Fastweb, parte del gruppo svizzero, detiene il 10,6% di Metroweb Milano, controllata di  Metroweb.

Dal fronte Telecom Italia si grida al complotto definendo senza mezze misure quella della CDP, stando a quanto riportato dai maggiori mezzi di informazione, “una scelta politica”.

Metroweb è proprietaria della più grande rete di fibre ottiche di Milano e della Lombardia, la più estesa rete metropolitana in fibra ottica in Europa con circa 375.000 km di fibra installati. Tramite questa acquisizione Enel, grazie all’opportunità offerta dalla sostituzione dei contatori elettronici in oltre 20 milioni di abitazioni, punta a portare la banda larga in tutta Italia.