1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Metals & mining: Credit Suisse vede forte ridimensionamento spese per investimenti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Pensiamo che parte dei 50 miliardi di dollari di spese per investimenti per il settore minerario sia a rischio di essere ritardato nel 20009 se la crisi del credito persiste”. Parola degli economisti di Credit Suisse, che lo scrivono in un report di oggi sul comparto “metals & mining”. “Ciò – puntualizzano gli esperti della casa d’affari elvetica – potrebbe rappresentare circa il 66% dei programmi di spesa del prossimo anno e può ritardare materialmente la costruzione di qualcosa come 300 milioni di tonnellate di minerali ferrosi, 5 milioni di tonnellate di rame, 10 milioni di tonnellate di alluminio e oltre un milione di once di platino, tra le altre cose”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …