Metalli preziosi: oro sopra I 1.300 dollari, argento verso i 20 dollari

Inviato da Luca Fiore il Mer, 14/05/2014 - 16:34
Le tensioni geopolitiche continuano a sostenere il metallo giallo che a un'ora dall'apertura delle contrattazioni a Wall Street passa di mano a 1.304,9 dollari l'oncia, lo 0,8% in più rispetto al dato precedente. Nelle ultime cinque sedute le quotazioni dell'oro sono salite dell'1,4% mentre il parente povero, l'argento, ha evidenziato un +2,7% portandosi agli attuali 19,79 dollari.

Oggi il team di analisti Gfms di Thomson Reuters ha diffuso "World Silver Survey 2014″, uno dei report più importanti per questo metallo. I dati Gfms hanno evidenziato che nel 2013 la domanda fisica di argento è salita del 13% facendo segnare un nuovo record a 1.081 milioni di once. Il 54% delle richieste è rappresentato dalla domanda in arrivo dal comparto industriale dove questo metallo è utilizzato nell'industria elettronica (cellulari, televisori, pc) e per la produzione di celle fotovoltaiche.

Sempre di oggi è la notizia che a partire dal 14 agosto la London silver market fixing non gestirà più il fixing del prezzo ufficiale dell'argento.
COMMENTA LA NOTIZIA