1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Metalli: Lehman, un 2008 luccicante soprattutto per Xstrata, Bhp Billiton e Rio Tinto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante l’ombra di una recessione Usa, i metalli continueranno a brillare. E’ questa la previsione degli analisti di Lehman Brothers per il settore minerario nell’anno appena iniziato. “Una decelerazione della crescita globale ridurrà probabilmente anche la domanda delle principali commodities nel 2008, tuttavia il mercato dei metalli rimarrà forte per tutto il periodo”, sostengono gli esperti nella nota diffusa oggi. Il broker statunitense non intravede nessun calo dei prezzi dai livelli attuali, anzi, “alcuni potrebbero anche aumentare sopra le attese”. E proprio riguardo ai prezzi, le parole di ieri sera di Ben Bernanke, presidente della Fed, sullo stato di salute dell’economia Usa hanno innescato un ulteriore allungo dei corsi dell’oro, schizzati ai nuovi massimi di sempre a ridosso dei 900 dollari per oncia. Ma a brillare non è solo il metallo giallo. Anche l’argento prosegue spedito, tanto che ha superato la soglia psicologica dei 16,0 dollari. Di fronte a tutto questo luccichio, dove puntare in Borsa? “Noi preferiamo le azioni di Xstrata, Bhp Billiton e di Rio Tinto”, rispondono gli analisti della casa d’affari americana.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.