1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Metalli industriali, investire nei future su rame e zinco (Goldman Sachs)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel breve termine le preoccupazioni sul debito sovrano continueranno a tenere sotto pressione il prezzo dei metalli di base. Lo pensano gli analisti di Goldman Sachs, che tuttavia prevedono un rialzo nei prezzi nel 2012 anche grazie al ritorno della Cina come compratore sui mercati dei metalli. Il calo dei prezzi suggerisce buone opportunità anche per i produttori, tuttavia il mercato resta incerto e i prezzi del rame sono comunque elevati rispetto alla media storica, quindi gli esperti suggeriscono prudenza. Per quanto riguarda gli investimenti suggeriti, Goldman Sachs raccomanda il future sul rame a giugno 2012 sull’Lme (prezzo iniziale 8.804 dollari la tonnellata, current loss 1.153 dollari la tonnellata), coerentemente con il price target a 12 mesi di 9500 dollari la tonnellata stabilito dagli analisti. Il metallo rosso infatti probabilmente sarà sostenuto da un deficit nel mercato il prossimo anno a causa dei danni del maltempo, degli scioperi, e della diminuzione nella concentrazione di metallo nel minerale. Per quanto riguarda lo zinco, gli analisti di Goldman raccomandano l’acquisto del future dicembre 2012 sull’Lme, prevedendo che il prezzo del metallo salirà dagli attuali livelli a 2400 tonnellate nei prossimi 12 mesi.