1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Metalli in risalita sulla base dei dati Usa e della domanda cinese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rame raggiunge i massimi da due mesi, sulla base della possibilità che la politica monetaria cinese possa ancora sostenere la domanda di metalli. Salgono anche nickel e zinco. Sul mercato di Shanghai il metallo rosso con consegna a settembre ha guadagnato l’1,7% a 10.933 dollari la tonnellata, mentre il rame a New York è cresciuto dello 0,8%, segnando un massimo dallo scorso 27 aprile. Il rame a tre mesi sul mercato londinese ha toccato un aumento dello 0,8% a 9.520 dollari la tonnellata, registrando anche qui il massimo dallo scorso 27 aprile, e sono saliti tutti i sei metalli dell’LME sulla scia dei dati americani sulle manifatture, in crescita a giugno. A Londra l’alluminio è salito dello 0,4% a 2.512 dollari la tonnellata, lo zinco ha registrato un +0,6% a 2.378 dollari la tonnellata, il nickel è cresciuto dello 1,3% a 23.301 dollari la tonnellata. Lo stagno ha riportato un +0,6% a 25.800 dollari la tonnellata mentre il piombo è rimasto quasi invariato a 2.672 dollari la tonnellata.