Merrill Lynch cambia strategia su Autogrill, non e’ piu’ un titolo da vendere

QUOTAZIONI Autogrill Spa
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Autogrill non è più un titolo da vendere. Parola di Paul Steegers, analista di Merrill Lynch. Il broker in una nota pubblicata oggi e raccolta da Finanza.com consiglia ai suoi clienti di stare neutral sull’azione del gruppo attivo nella ristorazione autostradale. Un salto di qualità reso possibile dalla sottoperformance di cui è stato protagonista il titolo a Piazza Affari. “In passato abbiamo sottolineato che Autogrill sembrava sopravvalutata rispetto alle sue prospettive di crescita e ai suoi più diretti concorrenti. Dopo la sottoperformance assoluta e relativa che ha portato l’azione a trattare ora sui minimi degli ultimi tre anni siamo arrivati alla conclusione che il de-rating sia sostanzialmente completato”, scrive l’esperto che ha redatto il report. Certo il miraggio della raccomandazione buy (comprare) è ancora lontano, ma gli analisti non possono esimersi dal notare che il gruppo abbia compiuto passi avanti. “Non possiamo consigliare l’acquisto del titolo a questi livelli dal momento che non vediamo enorme valore mettendo a confronto i multipli PE di Autogrill con quelli dei competitor. Tuttavia notiamo che la crescita organica dei ricavi sta accelerando”, sottolinea ancora il broker. Crescita prevista a 5,2% nel 2006 e al 4,8% nel 2007 con un CAGR dell’utile per azione del 19,5% tra il 2004 e il 2007. Da queste considerazioni è maturata negli analisti la voglia di cambiare “atteggiamento” verso Autogrill.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…