Merrill Lynch annuncia nuove svalutazioni e iniezioni di capitali

Inviato da Micaela Osella il Mar, 29/07/2008 - 08:40

La crisi del credito torna a spaventare le Borse. Le pressioni ribassiste che si sono riaffacciate sulle principali piazze finanziarie nella prima seduta d'ottava affondano le radici in nuove svalutazioni per 5,7 miliardi di dollari annunciate da Merrill Lynch per il trimestre in corso e dalla necessità di raccogliere nuovi capitali.

La banca d'affari americana a sorpresa si è presentata ai suoi azionisti con il cappello in mano. Come molte sue colleghe europee, lo storico istituto finanziario di Oltreoceano ha deciso che attuerà un aumento di capitale da 8,5 miliardi, che verrà realizzato tramite l'emissione di nuove azioni, di cui 3,4 miliardi andranno al fondo sovrano di Singapore Temasek.

Questa è solo l'ultima di una serie di manovre attuate recentemente da Merrill Lynch che nell'ultimo anno ha effettuato svalutazioni per 40 miliardi di dollari, affermandosi così come una delle banche più colpite dalla crisi dei mutui subprime. L'obiettivo dell'aumento di capitale annunciato è quello di rafforzare il capitale della banca ormai ridosso all'osso.
 
Anche la riduzione dell'esposizione al rischio è tra le sue priorità e sarà effettuata tramite la cessione di Abs ossia degli asset-backed securities e della maggioranza di cdo in possesso della banca. Un'operazione definita dall'amministratore delegato di Merrill Lynch, John Thain, una pietra miliare nei nostri sforzi di ridurre il rischio. Resta però aperta la domanda più importante: tutto questo sarà abbastanza?

COMMENTA LA NOTIZIA