Merkel e Hollande come Draghi: tutto per proteggere l'Eurozona

Inviato da Floriana Liuni il Ven, 27/07/2012 - 16:42
Accelerano le Borse europee dopo che il presidente francese Hollande e il cancelliere tedesco Merkel hanno fatto proprie le parole di Mario Draghi affermando, al termine del meeting telefonico di questo pomeriggio, di essere "pienamente votati all'integrità dell'Eurozona" e decisi a fare "tutto il possibile per proteggere l'area Euro". Chiedono però la collaborazione di tutti gli Stati e le istituzioni europee, ciascuno secondo la propria area di competenza.
 
Le migliori Borse sono quelle di Milano e Madrid, che salgono di oltre due punti e mezzo percentuali, mentre il Dax supera il progresso di un punto percentuale. Bene il Cac 40 con il +1,8%, ed è positiva anche Londra con un +0,8%.
 
Rumours si inseguono da questa mattina in rete, su Twitter e sulle agenzie. L'edizione pomeridiana di oggi di Le Monde riporta infatti voci su un piano concertato tra Paesi europei che verrebbe messo in atto a breve per sostenere il debito di Italia e Spagna, il cui spread è calato ora rispettivamente a 450 e a 523 punti base circa. In particolare, secondo il quotidiano francese, sarebbe prevista la messa in funzione del fondo salva stati EFSF/ESM con successivo intervento della Bce nell'acquisto di bond sul mercato secondario, azione che probabilmente si dispiegherà verso i titoli italiani e spagnoli. Successivamente, osa Le Monde, si potrebbe anche giungere ad una forma di finanziamento diretto da parte della Bce ai Paesi membri della Ue tramite apposita licenza bancaria. 
 
I rumours arrivano dopo le affermazioni poco entusiastiche della Bundesbank, che ha ribadito come l'acquisto calmierato di titoli di Stato da parte dell'Eurotower non faccia che creare falsi incentivi. Il portavoce del ministro tedesco delle finanze Schauble avrebbe però riaffermato l'impegno della Germania a fare ogni sforzo per mantenere insieme l'Eurozona.
COMMENTA LA NOTIZIA