Mercato immobiliare Usa: Woolnough, il quadro è peggiore di quello dipinto dagli economisti

Inviato da Redazione il Mar, 08/01/2008 - 10:48
Per il mercato immobiliare americano non arrivano segnali rassicuranti. I prezzi delle case continuano a ascendere a un ritmo sempre più rapido e nell'ultimo trimestre è stato registrato il calo maggiore degli ultimi 20 anni. È questo il parere degli di Richard Woolnough, gestore dell'M&G optimal income fund. "Nonostante rappresenti un evento doloroso per i proprietari immobiliari statunitensi - spiega Woolnough - i prezzi dovranno continuare a scendere fino all'esaurimento dell'eccesso di abitazioni sul mercato". Ma cosa significa in termini pratici? "Se si guarda indietro, i dati dal 1968 mostrano che, le cinque volte in cui il mercato immobiliare è entrato in saturazione, la recessione è sempre seguita circa un anno dopo," afferma il gestore. "Sebbene il mercato obbligazionario americano suggerisca già da tempo una recessione imminente, la view degli economisti rimane in generale molto più positiva. Tuttavia, ritengo che le dinamiche del mercato immobiliare presentino uno scenario più pessimista di quello suggerito dagli economisti."
COMMENTA LA NOTIZIA