Mercato immobiliare: possibile ripresa nel corso del 2014 (studio Mps)

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 29/10/2013 - 13:59
Gli italiani attendono tempi migliori per comprare casa. Il settore immobiliare, reduce da un 2012 "terribile" e un primo semestre 2013 ancora in difficoltà, pare essere tra quelli più in difficoltà nello scenario economico italiano. E' quanto emerge dal settimo rapporto dell'Area Research di Banca Monte dei Paschi su Il mercato residenziale italiano e i mutui alle famiglie. L'aspettativa è di quotazioni immobiliari ancora in discesa, mentre in altre aree del mondo e d'Europa la ripresa è già in atto. "L'Italia soffre ancora ma si intravedono i primi segnali di una inversione di tendenza che potrebbe preludere ad una ripresa effettiva nel 2014", rimarca lo studio della banca senese che rimarca come le compravendite di immobili residenziali nel 2012 sono scese del 25,7% rispetto all'anno precedente (equivalenti a circa 150.000 transazioni in meno). Le variazioni nel primo semestre 2013 mostrano per ciascuna area territoriale un decremento del numero di transazioni: il calo più consistente è stato registrato al Centro (-7,9% a/a). Nel primo semestre del 2013 complessivamente considerato, la contrazione delle compravendite in Toscana è stata del -13% (era -23% nel primo semestre 2012), in Emilia Romagna è stata del -9% (era -26%), in Veneto del -12% (era il -26%), in Lombardia del -13% ( era -21%).
Per quanto riguarda i mutui, lo stock in Italia ha mostrato un trend migliore rispetto all'Europa nel 2012, con una variazione a/a del +1,49% ed una quota di mercato dell'Italia sul totale dei mutui residenti nell'Area Euro che rimane sostanzialmente invariata al 9,67% (era 9,57% a dicembre 2011). A giugno 2013 lo stock dei prestiti risulta in calo del -0,79% a/a in Italia e in crescita del +1,19% a/a nell'Area Euro.
COMMENTA LA NOTIZIA