1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercato auto: Frost & Sullivan, i guai sono appena cominciati -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“La crisi finanziaria – prosegue l’analisi odierna sul settore auto degli esperti di Frost & Sullivan – non è il solo problema dell’industria automobilistica. Questa crisi ha portato a forti perdite, riduzioni dei margini e tagli alla produzione in un mercato già alle prese con la nuova legislazione sui tagli alle emissioni di CO2”. La richiesta di aiuto per 40 miliardi di euro lanciata dall’ industria automobilistica europea tesa al fine di superare questa fase difficile e al raggiungimento degli obiettivi sulle emissioni CO2 si è trovata di fronte al muro del no dell’Unione Europea. E di fronte ci sono anche nuovi ostacoli visto che stanno per essere approvate nuove e più stringenti leggi sui gas di scarico. Secondo Frost & Sullivan i produttori di veicoli di lusso, quali Audi, BMW e Mercedes, saranno ancora più sotto pressione visto che dovranno rivedere le loro strategie per la produzione e i sistemi di trasmissione in linea con livelli di emissione pari a 120g/km entro il 2012. Le previsioni di Chandran e Valsan sono di una focalizzazione dei produttori d’auto sulle vetture a basso costo per i mercati emergenti, la domanda di vetture ecologiche e a basse emissioni di CO2. “Anche se i mercati emergenti stanno reggendo bene (specialmente Brasile, Cina, India e Russia), una recessione prolungata potrebbe distruggere anche il valore ora creatosi in questi Paesi. E’ evidente che nei prossimi 12-18 mesi assisteremo ad un processo di selezione naturale”. Concludono i due esperti della società di consulenza londinese.