1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercato auto francese peggiora a maggio, si salva Fiat (+4,2%). Stasera i dati sull’Italia

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano a scendere a doppia cifra le immatricolazioni di nuove auto in Francia. I dati diffusi oggi dalla Comité des Constructeurs Français d’Automobiles (Ccfa), l’associazione francese dei costruttori, evidenziano a maggio un calo del 10,3 per cento rispetto all’analogo mese del 2012 attestandosi a 148.554 unità, in peggioramento rispetto al -5,2% fatto registrare nell’aprile 2013. Nei primi 5 mesi dell’anno il calo risulta dell’11,9%. 
Male i costruttori francesi e le big Usa. Crescono Fiat e Toyota

Tra i costruttori francesi Peugeot-Citroen limita la discesa all’8,2%, mentre Renault segna una contrazione del 16,5%. In controtendenza l’italiana Fiat (+4,2%), meglio ancora ha fatto Toyota (+10,2%). La peggiore è stata (-25,6%), seguita dall’altra americana Ford (-16,6%). Tra i gruppi tedeschi si segnala il -9,4% di Volkswagen, bene invece Daimler (+1,2%). 

L’associazione francese dei costruttori conferma la previsione di un calo dell’8% per l’intero 2013. Un effetto positivo sulle vendite nei prossimi mesi dovrebbe arrivare dal lancio di nuovi modelli da parte delle case transalpine, in particolare la Captur della Renault e la 2008 targata Peugeot. Il lancio di nuovi modelli “dovrebbe avere un effetto più marcato nei mesi di giugno e luglio e per tutta la seconda metà dell’anno”, ha rimarcato il portavoce della CCFA, Francois Roudier. 
Ad aprile il mercato auto europeo era tornato a crescere dopo ben 18 cali mensili consecutivi con immatricolazioni di nuove automobili aumentate dell’1,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel complesso i dati dei primi 4 mesi del 2013 presentano un saldo negativo del 7%. Tra i cinque principali mercati continentali delle quattro ruote l’Italia ad aprile risultava all’ultimo posto registrando un calo delle immatricolazioni del 10,9% a 116.209 unità, facendo peggio della Francia (-5,3%). Bene erano andate invece Germania (+3,8%), Gran Bretagna (+14,8%) e Spagna (+10,8%). 
Stasera i dati sulle immatricolazioni in Italia  
Sempre oggi sono in agenda alle 18.00 i dati di maggio sulle immatricolazioni di nuove auto in Italia dopo il -10,9% fatto registrare ad aprile. Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di auto, prevede per l’intero 2013 immatricolazioni per 1.100.000 unità. In Italia sul settore potrebbe pesare a partire dal prossimo mese l’ulteriore aumento dell’aliquota Iva dal 21 al 22% che in assenza di un intervento da parte del governo diventerà effettivo dal 1 luglio.