Mercato auto: Csp prevede un secondo semestre in profondo rosso

Inviato da Redazione il Ven, 02/07/2010 - 09:35
Accelera la caduta del mercato automobilistico italiano. In giugno le vetture immatricolate sono state 170.625, con un calo del 19,12% sullo stesso mese del 2009. Il primo semestre chiude infatti il suo consuntivo con 1.163.602 immatricolazioni ed una crescita contenuta nel 2,91%. E secondo le previsioni del Centro studi promotor (Csp) il secondo semestre sarà fortemente negativo. "Vi è infatti il fondato timore che la manovra all'esame del Parlamento possa deprimere l'incipiente ripresa dell'economia - si legge in una nota del Csp - Da più parti si sostiene infatti la necessità di accompagnare la manovra imposta dall'esigenza di salvaguardare il nostro debito sovrano con limitati, ma incisivi, interventi di sostegno della domanda nei settori strategici per l'economia e per l'occupazione e in particolare in quello dell'auto".
Le difficoltà di questo settore emergono con chiarezza dall'inchiesta congiunturale mensile condotta dal Centro Studi Promotor Gl events a fine giugno. Ben il 91% dei concessionari interpellati dichiara basso il livello di affluenza di visitatori nelle show room, mentre il restante 9% lo dichiara normale e nessuno lo indica alto. Ancora peggiore la situazione per l'acquisizione di ordini, che è stata bassa per il 94% dei concessionari e normale per un risicato 6%. Molta cautela anche sulle attese a tre-quattro mesi.
COMMENTA LA NOTIZIA