1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il mercato accoglie con favore l’acquisizione di Lafarge

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Intonazione positiva per il settore cementifero e quello costruzioni in tutta Europa. A testimoniare il buon andamento dei comparti  il rialzo del Dj euro stoxx del settore costruzioni, che avanza di oltre due punti percentuali (+2,34% a 458 punti). Un buon umore scatenato sin da questa mattina dall’annuncio dell’acquisizione della divisione cemento della compagnia egiziana Orascom Construction Industries per una cifra pari a 8,8 miliardi di euro. Un acquisto che il mercato ha visto di buon occhio sin da subito: il titolo del colosso francese guadagna undici punti percentuali, scambiando a 119,51 euro.

 

In base ai termini dell’accordo, l’operazione sarà finanziata per sei miliardi di euro con debito mentre la parte restante con la vendita di 22,5 milioni di nuove azioni, che saranno sottoscritte dal numero uno di Orascom, Nassef Sawiris, al prezzo di 125 euro per azione. Quanto alla tempistica, si attende il via libera degli azionisti di Orascom Construction Industries, che si riuniranno nell’assemblea generale straordinaria all’inizio di gennaio.

 

Ma come mai questa acquisizione piace tanto al mercato? “Impatterà positivamente sulla crescita, sui margini e sul generare la liquidità e – come spiega la nota – si dovrebbe tradurre in un aumento del ritmo delle vendite (+3% di crescita per anno) e del margine operativo (+250 punti base nel 2008)”. Insomma, un’operazione che consolida la struttura finanziaria di Lafarge. Ma non solo. Per il gruppo guidato da Bruno Lafont è anche una grossa opportunità per accelerare la strategia di crescita nel cemento nei mercati Emergenti. E in questa prospettiva Orascom fa proprio al caso loro visto che è leader negli emerging markets, con una posizione di numero uno in mercati chiave come quello egiziano, degli Emirati Arabi, e dell’Iraq, e con delle posizioni strategiche in Arabia Saudita, Siria e Turchia. La forza della società egiziana si legge anche nei numeri: la cifra d’affari e il margine operativo (ebitda) stimati per il 2008 sono rispettivamente pari a 2,6 e 1,3 miliardi di dollari, con un potenziale di crescita decisamente positivo anche per gli anni seguenti.

Anche i titoli del comparto cemeniero e costruzioni di Piazza Affari beneficiano dell’acquisizione di Lafarge e viaggiano in territorio positivo. Semaforo verde per Italcementi e Buzzi Unicem, che guadagnano rispettivamente il 6,46% e il 2,25%. Seduta all’insegna degli acquisti anche per Impregilo e Cementir, che avanzano rispettivamente dell’1,66 e dell’1,94%.