1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Mercati scommettono su un intervento delle Bce: attesa sforbiciata dei tassi nella riunione di giovedì

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo il summit europeo i mercati sono entrati in una fase attendista e hanno spostato l’attenzione sulle decisioni che potrebbero essere prese in settimana dalle banche centrali del Vecchio continente, in particolare guardano alle mosse della Banca centrale europea (Bce) e della Bank of England (BoE). Dopo i recenti dati macroeconomici e in attesa dei dettagli sulle decisioni prese settimana scorsa durante il vertice europeo del 28 e 29 giugno l’atteggiamento degli operatori è cauto. Sopratutto perché, come ricordano da JW Partners, l’analisi dell’eurosummit non è facile. I dettagli delle misure prese venerdì scorso verranno discussi durante il prossimo Eurogruppo in programma lunedì 9 luglio.

 In un contesto che rimane fortemente incerto la maggior parte degli analisti scommette su un’azione dell’istituto guidato da Mario Draghi durante la riunione di giovedì prossimo: fronte comune per una sforbiciata di almeno di 25 punti base, portando il costo del denaro dall’1% allo 0,75% (nuovo record storico).
“La percezione diffusa tra gli operatori che sia la Bce che la Bank of England si stiano preparando ad allentare le misure di politica monetaria già questa settimana contribuisce a costruire una base ai mercati azionari” affermano gli analisti di Cmc Markets nella nota di commento diffusa questa mattina. Sulla stessa lunghezza d’onda il commento di Ig Markets Italy, secondo cui “gli investitori potrebbero cercare conferme nell’appuntamento di politica monetaria della Bce di giovedì, dove ci aspettiamo un taglio dei tassi di interesse di 25 punti base”.

Anche gli esperti di J.P. Morgan Private Bank nel report settimanale sul mercato valutario si attendono “un intervento modesto a livello monetario da parte della Bce: un taglio di 25 punti base del tasso principale di finanziamento e un taglio di 12,5 punti base del tasso sui depositi delle banche. Ulteriori stimoli monetari arriveranno in seguito”. Gli analisti di Société Générale si spingono oltre: l’Eurotower potrebbe optare per una riduzione dei tassi di interesse di 50 punti base nella riunione di luglio.

Per quanto riguarda la BoE gli operatori indicano un ampliamento del programma di acquisto asset. Rappresenterebbe un passo in più per alleviare le condizioni dei finanziamenti bancari. Nel report settimanale diffuso ieri da JW Partners vede “un aumento del target di titoli da acquistare da 325 a 375 miliardi di sterline da parte della BoE”.