1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Mercati: rialzi sulla curva dei rendimenti segnalano nervosismo operatori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La settimana delle piazze finanziarie è iniziata con il segno meno: dopo il -1,73% del Nikkei e rosso dell’1,77% registrato al momento dall’Eurostoxx 50, anche i future sugli indici statunitensi indicano un avvio di contrattazioni in territorio negativo (-0,15% per il derivato sullo S&P500, -0,21% per quello sul Dow Jones, -0,28% nel caso del Nasdaq).

“Sul finire della scorsa settimana, sui mercati è ritornata una certa volatilità dopo un lungo periodo di quasi apatia”, ha commentato Alberto Biolzi, Responsabile Advisory di Cassa Lombarda. “Con l’avvicinarsi dei meeting di Bank of Japan e Fed del prossimo 21 settembre, si potrebbe assistere a un certo nervosismo”.

“I recentissimi rialzi dei rendimenti lungo le parti lunghe di curva -continua Biolzi- rappresentano un primo segnale di preoccupazione rispetto alle prossime iniziative delle Banche Centrali in un contesto caratterizzato da una ridottissima visibilità”. Nonostante dati macro abbastanza deludenti, “gli operatori potrebbero, comunque, temere sorprese da parte della Fed, considerati i recenti, talvolta contrastanti, interventi dei diversi membri del Board”.